Stanchezza eccessiva e sedentarietà

Ti capita mai di provare una sensazione di stanchezza eccessiva?

E’ apparso proprio ieri un articolo su La Stampa secondo il quale la sedentarietà è dannosa tanto quanto il vizio del fumo, a causa delle vittime in costante aumento.

Secondo chi ha scritto l’articolo, la causa è da imputare al fatto che i ritmi del lavoro sono sempre più pesanti e anche nei week-end la stanchezza la fa da padrone, quindi per ben un terzo delle persone l’attività fisica è un ricordo di gioventù (quando va bene).

Secondo te è condivisibile questa conclusione? No e ora ti spiego perché.

Prova ad invertire cause ed effetti. Noi tutti crediamo, per qualche stupido motivo, che la sedentarietà, il riposo, curi la stanchezza, quindi passare il fine settimana sdraiati sul divano sia l’unico antidoto contro uno stile di vita asfissiante.

Invece è proprio la pigrizia la causa della stanchezza eccessiva, è la mancanza di voglia di muoversi che abitua l’organismo a trascinarsi per tutta la giornata. L’esercizio fisico, la corsa, le lunghe passeggiate, sono invece l’arma (accanto ad una sana alimentazione ed un riposo rigenerante) che può combattere la sonnolenza diurna, la svogliatezza, la fatica che ci sembrano immotivate.

Quindi via libera al movimento, preferibilmente all’aria aperta (è infatti possibile se non addirittura preferibile mantenersi in forma senza palestra): invece di fare due ore di esercizio tre volte alla settimana, come sostengono molti, concediti 15-30 minuti ogni giorno di passeggiata, corsa, o il tuo sport preferito.

Anche chi deve perdere qualche chilo, otterrà risultati miracolosi camminando (esatto, non serve correre) a passo veloce per 45-60 minuti senza fermarsi.

Insomma, non ci sono scuse per non fare movimento fisico: anche quella del “sono stanco, devo riposarmi” è una sciocca bugia, che purtroppo può avere conseguenze drammatiche.

Opt In Image
Vuoi meno stress e più energia?

Inserisci la tua mail e premi il pulsante giallo per scaricare l'ebook gratis
"I 5 segreti per esplodere di energia"

Condividi:

Lascia un commento