Problemi di memoria e concentrazione? Risolvili così

Ti capita mai di soffrire di problemi di memoria e concentrazione? Sempre più persone, anche giovani, accusano questo disturbo: vediamone le cause e le possibili soluzioni.

Avere problemi di concentrazione significa, sostanzialmente, non riuscire a focalizzare l’attenzione su ciò che vogliamo, perché automaticamente veniamo distratti da pensieri “disturbanti”.

Ti è mai successo di renderti conto, a metà conversazione con un’altra persona, di non aver prestato minimamente attenzione a quello che aveva detto finora? Questo è un classico esempio di difficoltà di concentrazione che va ben oltre il classico “avere la testa tra le nuvole”.

Se sei uno studente ad esempio, potresti avere enormi difficoltà a memorizzare i contenuti principali di un testo: non è raro che certe persone vadano avanti a leggere per un’ora ma al termine non sono in grado di elencare nemmeno i passaggi chiave. Questa viene definita “lettura passiva“, in cui effettivamente leggiamo pensando ad altro (sempre se sei uno studente, ti consiglio la lettura dell’articolo stanchezza da studio: 3 modi per superarla).

Questo ovviamente è un problema non solo per chi studia, ma anche per tutte quelle persone che vogliono applicarsi in qualcosa in cui serva un minimo di attenzione e memoria.

 

LE CAUSE DEI PROBLEMI DI CONCENTRAZIONE E LE FALSE SOLUZIONI:

QUELLO CHE NON TI DICONO

Molte di queste persone soffrono di stress e ansia: da qui il consiglio di assumere antidepressivi per cercare di tamponare il problema. Purtroppo, al solito i farmaci non curano mai la radice del disturbo e anzi, i loro effetti collaterali possono peggiorare la situazione portando stanchezza e sonnolenza.

Un aiuto parzialmente migliore lo garantiscono gli integratori vitaminici, il cui effetto però è tutt’altro che duraturo. Ma gli integratori sono un’arma a doppio taglio: se ti senti “protetto” dalla pillola magica, presterai meno attenzione all’alimentazione con tutte le conseguenze del caso.

 

calltoaction1

 

COME RISOLVERE IL PROBLEMA ALLA RADICE

La diagnosi è corretta: ansia e carenze vitaminiche stanno alla base dei problemi di memoria e concentrazione, ma farmaci ed integratori abbiamo visto essere inefficaci se non pericolosi (gli unici che possono esserti utili li ho raccolti in questo articolo). Se leggi il mio blog da tempo, sai già quanto il sonno e l’esercizio fisico siamo importanti per regolarizzare l’attività ormonale e sconfiggere stanchezza e cattivo umore. Ecco due consigli veloci:

  • Concentra l’attività fisica nella prima parte della giornata. Può essere benissimo una semplice passeggiata, magari a passo sostenuto: non è necessario andare in palestra per mantenersi in forma. Idealmente al mattino, ma se lavori va bene anche il pomeriggio, in ogni caso non dopo le 19-20. Nelle ultime ore prima di andare a dormire, le attività fisica non è consigliata e quella cerebrale deve essere stimolata sempre di meno, in modo da andare a dormire in stato di rilassamento (se vai a dormire stressato, la qualità del tuo sonno ne risentirà profondamente).
  • Cura la qualità del tuo sonno. La notte è fondamentale per la memoria: infatti è durante la fase di sonno profondo che vengono scolpiti nella memoria a lungo termine tutti i ricordi della giornata. Avere un sonno di bassa qualità significa trascorrere poco tempo in fase di sonno profondo, con i problemi che immagini oltre che una forte stanchezza mattutina, dato che questa fase è anche quella davvero riposante.
    Per un consiglio su come migliorare notevolmente la qualità del sonno, lascia la tua email qui a destra e scarica il mio ebook “I 5 segreti per esplodere di energia”.

 

Un buon sonno e una buona attività fisica permettono il corretto rilascio degli ormoni anti-stress, molto più efficaci di qualsiasi farmaco: ecco perché sono così importanti (e senza effetti collaterali!).

Per quanto riguarda le carenze vitaminiche, le più importanti sono quelle del gruppo B (e in particolare la B6, detta piridossina), che influenzano da vicino le funzioni del cervello. Ecco di seguito gli alimenti più ricchi di queste preziose vitamine, da consumare ogni giorno:

  • Carne di manzo: è la carne migliore, superiore a quella del maiale (troppo grassa e quindi carica di residui di antibiotici e ormoni);
  • Uova: economiche, ma rappresentano uno dei cibi più nutrienti e senza controindicazioni. Preferibilmente quelle biologiche (la differenza di prezzo è minima), mai crude, se ne possono consumare tranquillamente 1-2 al giorno se si è in buona salute (salvo diverse indicazioni da parte del medico);
  • Vegetali a foglia verde: spinaci, verze, i vari tipi di insalata, biete ecc. meglio crude che cotte quando è possibile;
  • Germe di grano: si tratta della parte ricca di vitamine che viene eliminata durante la raffinazione dei cereali. Lo trovi in buste di carta o plastica nei negozi biologici e puoi aggiungerlo allo yogurt ma anche a cereali/legumi. Però devi evitarlo se ti viene venduto in buste trasparenti, perché in tal caso quasi sicuramente si è irrancidito a causa dei raggi solari;

Anche il fegato è un’ottima fonte di vitamine del gruppo B, però non essendo un alimento adatto per essere consumato ogni giorno non l’ho incluso nella lista.

 

Conclusione

E’ chiaro quindi che la mancanza di concentrazione e di lucidità mentale dipende da diversi fattori e non si può risolvere semplicemente con un integratore.
La buona notizia è che si possono ottenere ottimi risultati con un minimo di impegno, ma solo facendo le cose giuste.

Dopo 7 anni di consulenze a tu per tu con moltissime persone posso dire ho messo per iscritto gli errori fondamentali che si commettono e che causano questi disturbi in una guida pratica che sono certo apprezzerai.

L’ho messa a disposizione gratuitamente ai miei lettori e la puoi scaricare da questa pagina.

E’ tutto. Se hai domande, lasciami pure un commento qui sotto e ti risponderò appena possibile. Un caro saluto

Alessandro Gandini
Consulente di Naturopatia Scientifica

Opt In Image
Soffri di Stanchezza?
Condividi:

63 Commenti

  1. Loredana 8 aprile 2013
  2. alberto pinton 22 maggio 2013
    • Alessandro Gandini 22 maggio 2013
      • Ely 28 marzo 2016
  3. marcella 7 giugno 2013
    • Alessandro Gandini 9 giugno 2013
  4. SARA 14 luglio 2013
  5. fabiola 3 agosto 2013
    • Alessandro Gandini 3 agosto 2013
  6. simona 5 novembre 2013
    • Alessandro Gandini 5 novembre 2013
  7. mariano 5 dicembre 2013
  8. domenico 8 gennaio 2014
  9. TATIANA 18 gennaio 2014
    • Alessandro Gandini 18 gennaio 2014
  10. Gianpiero 23 febbraio 2014
  11. Mirco 13 aprile 2014
  12. Sonia 27 luglio 2014
    • Alessandro Gandini 16 settembre 2014
  13. Luisa 17 settembre 2014
    • Alessandro Gandini 17 settembre 2014
  14. qerasia 13 novembre 2014
    • Alessandro Gandini 13 novembre 2014
  15. gennaro bracigliano 28 novembre 2014
  16. Patrick Sasso 19 dicembre 2014
  17. Maria Toraldo 19 gennaio 2015
    • Alessandro Gandini 19 gennaio 2015
  18. Maria 24 gennaio 2015
    • Alessandro Gandini 24 gennaio 2015
  19. michelangelo 18 marzo 2015
  20. Lydmilla Franchuk 23 marzo 2015
  21. Cristina Pia 17 aprile 2015
  22. Luisiana 2 giugno 2015
    • Alessandro Gandini 8 giugno 2015
      • Ely 28 marzo 2016
        • Alessandro Gandini 29 marzo 2016
  23. Rosa Piredda 3 giugno 2015
  24. Maria laura 8 giugno 2015
    • Alessandro Gandini 8 giugno 2015
  25. Isabella 19 luglio 2015
  26. Francesca 2 settembre 2015
  27. infelice 9 ottobre 2015
    • Alessandro Gandini 9 ottobre 2015
  28. Gioia 30 ottobre 2015
  29. Bimbo 17 dicembre 2015
    • Alessandro Gandini 18 dicembre 2015
  30. Maria De Luca 13 febbraio 2016
  31. Mario 26 febbraio 2016
  32. pier 1 marzo 2016
  33. mario 16 aprile 2016
  34. Stefano 20 giugno 2016
    • Alessandro Gandini 21 giugno 2016
      • Stefano 22 giugno 2016
  35. Patrizio 9 settembre 2016
    • Alessandro Gandini 15 settembre 2016
  36. Santo 24 ottobre 2016
    • Alessandro Gandini 24 ottobre 2016
  37. Manuela Banella 18 maggio 2017
    • Alessandro Gandini 25 maggio 2017

Lascia un commento