Stanchezza e anziani: come mantenersi in forma nella terza età

L’invecchiamento dei nostri organi è inarrestabile, ma quali sono i fattori che incidono maggiormente sul senso di stanchezza in età avanzata, e per quale motivo alcuni sessantenni riescono a correre agilmente e altri si tengono a malapena in piedi?

Fondamentalmente, ci sono 3 fattori di cui dobbiamo preoccuparci man mano che si avanza con l’età:

 

Combatti i radicali liberi:

Con l’invecchiamento diminuiscono le difese naturali delle cellule contro i radicali liberi, delle molecole che attaccano membrane e nucleo cellulari e che devono essere fermate dagli antiossidanti.

Sebbene la produzione di radicali liberi è fisiologica e non può essere annullata, molto si può fare attraverso stile di vita e l’alimentazione: numerosi sono infatti gli alimenti fortemente antiossidanti (cioè ricchi di vitamina C, A, E, Selenio e altre sostanze protettive), ma bisogna considerare che il fumo di una sola sigaretta produce così tanti radicali liberi da vanificare i benefici di un’ottima dieta.

 

Bevi molta acqua:

I motivi per cui gli anziani sono a forte rischio disidratazione sono che con l’età il senso della sete tende ad attenuarsi e che il contenuto totale di acqua dell’organismo diminuisce drasticamente.

Soprattutto per gli anziani che hanno particolari difficoltà a muoversi è fortemente consigliato portare una bottiglia di acqua fresca sempre con sé, anche muovendosi per casa, e darsi l’obbligo di consumarla tutta nell’arco della giornata.

Infatti molti anziani bevono di meno semplicemente perché fanno fatica a raggiungere la cucina ogni volta che sentono lo stimolo della sete.

Un valido aiuto in questo senso lo offrono senza dubbio i frullati verdi.

 

Fai movimento fisico:

L’abitudine all’esercizio fisico si coltiva fin dalla prima adolescenza e questo va ad incidere sulla salute della persona adulta, e infine sull’agilità durante la vecchiaia. Questo è motivo per cui gli ex atleti, anche dilettanti, conservano una salute fisica invidiabile nella terza età mentre gli eterni sedentari non potranno godere di una vecchiaia altrettanto piacevole.

Sotto il controllo del proprio medico è sicuramente consigliato svolgere una qualsiasi attività fisica adeguata alla propria età, leggera ma possibilmente quotidiana.

Un appunto va fatto sugli integratori, che ad una certa età iniziano ad avere grande importanza: ne parlo in modo dettagliato in questo nuovo articolo.

Alessandro Gandini

Opt In Image
Vuoi meno stress e più energia?

Inserisci la tua mail e premi il pulsante giallo per scaricare l'ebook gratis
"I 5 segreti per esplodere di energia"

Condividi:

Lascia un commento