Come mantenersi in forma nel cambio stagione

Molte persone mi chiedono come mantenersi in forma nel passaggio da una stagione all’altra (tipicamente inverno/primavera) e quali sono i segreti per non perdere l’energia e non cadere nella spirale della stanchezza fisica e mentale.

Sostanzialmente, le differenze a cui il nostro corpo è sottoposto durante il cambio di stagione sono quelle della temperatura (che quando varia rapidamente, produce situazioni di stress non da poco) e dei ritmi, sia dovuti allo stile di vita sia alle ore di luce/buio.

Infatti se non assecondiamo questi cambiamenti, come verrebbe normale fare in condizioni naturali, il nostro organismo si troverà in uno stato di sfasamento simile a quello provocato dal jet-lag.

 

Detto questo, c’è una regola molto importante da seguire:

Per le tue 5-7 porzioni di verdura e frutta,scegli tra quelle di stagione. Fare questo ha due vantaggi:

  • Primo, alimentandoci con i vegetali che maturano spontaneamente aumentiamo l’introito di vitamine e minerali totali, dal momento che non hanno bisogno di (troppe) sostanze chimiche per giungere a maturazione. Si tratta di nutrienti veri, biodisponibili, quindi facili da assorbire per l’organismo e utili per combattere la stanchezza che può comparire in condizioni di stress, al contrario di tanti integratori.
    E’ infatti curioso come certe persone vadano alla ricerca di frutti “particolari”, perché più ricchi di alcuni nutrienti (o pubblicizzati come tali), ma poi di fatto il trasporto, il tempo, i Km li impoveriscono rendendoli simili o inferiori a quelli che possiamo trovare a Km zero.
  • Secondo, molti alimenti iper-trattati e maturati artificialmente sono poco salutari. Ad esempio le arance.

 

Ad ogni frutto la sua stagione…

Non è un caso se la frutta di stagione ci dona quello di cui abbiamo bisogno sempre nel momento giusto: gli agrumi in inverno ci forniscono un alto contenuto di vitamina C utile a rinforzare le difese immunitarie, che i cibi cotti (molto frequenti nei mesi freddi) hanno perso.

Nei mesi estivi possiamo contare sui frutti ricchissimi di acqua e poveri di calorie (un cocomero è quasi tutta acqua: una fetta da 1Kg apporta appena 150 Kcal, saziando), proprio perché nella stagione calda rischiamo la disidratazione e abbiamo bisogno di meno cibo.

 

Per concludere

Purtroppo, molte persone pensano che la stanchezza al cambio di stagione sia inevitabile. In realtà come hai potuto vedere dipende da fattori ben precisi (anche se pochi ci pensano), quindi facile da controllare. A questo proposito ti consiglio di leggere anche il mio articolo su come mantenersi in forma all’aria aperta, altra “arma” fondamentale.

 

Opt In Image
Vuoi meno stress e più energia?

Inserisci la tua mail e premi il pulsante giallo per scaricare l'ebook gratis
"I 5 segreti per esplodere di energia"

Condividi:

One Response

  1. Ginevra 8 marzo 2013

Lascia un commento