7 rimedi per la stanchezza immediati (o quasi)

rimedi-stanchezzaSe conosci un po’ me e il mio Metodo sai che i problemi di stanchezza possono essere risolti alla radice e definitivamente solo mettendo in pratica un programma specifico.

Tuttavia in questo articolo, dedicato soprattutto a chi è nuovo di queste parti, voglio presentarti delle piccole ma efficaci strategie in grado di darti sollievo dalla stanchezza (sia fisica sia mentale) in modo quasi immediato, così che tu possa portare a termine la giornata con più energia anche se continui a commettere errori di base (esempio, hai un sonno di bassa qualità).

 

7 rimedi per la stanchezza subito efficaci 

1) Fai il prossimo pasto senza cereali e latticini

Sei in pausa pranzo? Devi cenare? Qualsiasi sia la situazione, il modo migliore per rendere la digestione veloce ed evitare i classici problemi di sonnolenza postprandiale è scegliere con cura gli alimenti.

Non farti influenzare da quello che si sente in giro: un panino integrale con formaggio light spalmabile NON è una buona scelta, a meno che tu non desideri crollare subito dopo sul divano, nutrire il tuo organismo con grassi di cattiva qualità e rischiare qualche carenza vitaminica.

Una regola molto semplice valida soprattutto per chi lavora subito dopo pranzo e ha la necessità di sentirsi immediatamente lucido e attivo, fisicamente e mentalmente, è quella di evitare cereali e latticini.

No pane, no pasta, no formaggi, no latte.
Sì a pesce, carne, verdure, frutta, frutta secca.

Ovvero tutti alimenti super nutrienti che non innalzeranno (eccessivamente) la glicemia, ma sono in grado di saziare senza appesantire lo stomaco.

Ricorda che la sazietà è una sensazione piacevole, lo stomaco pesante è tutt’altra cosa.

 

calltoaction1

2) Salta la colazione

Soffri spesso di stanchezza mattutina? Non sai cosa mangiare a colazione? Prova, ogni tanto, a saltarla del tutto. Sono sicuro che molti penseranno che io sia pazzo a scrivere di non mangiare nulla appena svegli dato che “tutti” dicono il contrario, ma sta di fatto che al mattino, a stomaco vuoto, siamo estremamente lucidi sia mentalmente sia fisicamente.

Poi dopo aver mangiato (e per molti questo significa dopo 5 minuti) tutto cambia, specialmente se la colazione è a base di fette biscottate, marmellata, croissant, biscotti, una tazza di latte.

Eppure ti basterebbe lasciare da parte le credenze derivate dal “sentito dire”, presenti da tutta una vita, e sperimentare quello che ti ho detto per notare subito i benefici.

Se vai in palestra ad esempio, e pensi che la colazione sia assolutamente necessaria per darti energia, ti renderai conto che a stomaco vuoto il tuo corpo reagirà molto meglio agli sforzi.

Chiaramente se hai in programma di andare a correre una mezza maratona la situazione cambia e avrai bisogno di una fonte zuccheri a colazione, ma ciò non toglie che dovrai comunque attendere la fine della digestione ed evitare carboidrati cattivi come i prodotti da forno o le marmellate.

Per maggiori informazioni sulla colazione, leggi questo articolo specifico.

 

3) Fai uno sprint

Hai del tempo libero, ma ti senti la stanchezza sulle spalle e vuoi un rimedio veloce?
Qualcuno ti consiglierebbe lunghe passeggiate, corse lente e peggio utilizzare macchinari tipo cyclette e tapis roulant. In realtà se vuoi utilizzare l’attività fisica per scaricare lo stress e la stanchezza il metodo migliore non è nessuno di questi, e per fortuna richiede anche molto meno tempo.

Sto parlando degli sprint, ovvero degli scatti (per pochi secondi) intervallati da 30 secondi di pausa totale.
Questo è un rimedio davvero efficace per scrollarsi di dosso parte della stanchezza accumulata durante la giornata, alleviare eventuali problemi di stanchezza muscolare ed è anche uno dei migliori modi per aumentare naturalmente il metabolismo.

Unica controindicazione: esegui la corsa veloce solo se sei normopeso e in buone condizioni atletiche (ovviamente è il medico a dirtelo).

 

4) Fai stretching

Non puoi uscire di casa? Un metodo efficace per sperimentare una carica di energia su tutto il corpo in 5 minuti senza bisogno di attrezzi è eseguire alcuni semplici esercizi di stretching.

posizioni-stretchingSe durante il giorno avverti irrigidimenti muscolari, che sono all’ordine del giorno per chi passa molto tempo seduto (è davvero difficile mantenere una postura corretta da seduti se ad esempio fai un lavoro d’ufficio) e che sono resi ancora più frequenti dallo stress cronico, l’allungamento muscolare può essere la tua vita d’uscita.

Oltre a questo lo stretching è un grande aiuto per limitare il rischio di strappi muscolari, più frequenti in chi inizia a fare attività fisica di quanto si creda.

 

5) Sdraiati 20-30 minuti su un suolo duro

Questo trucco è sicuramente particolare e va un po’ contro a quello che siamo abituati a pensare. Tutti immaginiamo che il massimo del comfort da sdraiati sia dato da un materasso morbido dotato di chissà quale tecnologia, che magari deve necessariamente riprendere la forma del corpo.

Ora ti chiedo: hai mai fatto caso a come riposano cani e gatti? Vanno a cercarsi una posizione “comoda”, oppure al contrario si addormentano in posizioni improbabili?

La realtà è che lo fanno per un motivo ben preciso. Gli animali sono in grado di percepire meglio di noi quando qualcosa nel proprio organismo non funziona come dovrebbe (per un semplice fatto di abitudine), e in questo caso si tratta di blocchi muscolari che devono essere sciolti.gatto-che-dorme

Quando un gatto si sdraia su un suolo duro su un fianco e con le zampe a penzoloni, lo fa perché si è reso conto che in quella zona del corpo necessita di una “resistenza” (applicata dal pavimento) che invece un materasso morbido magari non offrirebbe.

Quindi attenzione, non ti sto dicendo che devi imitare i tuoi animali domestici. Ma se vuoi sbloccare i muscoli, un’ottima abitudine quando senti “blocchi” alla schiena o alle gambe è sdraiarti su un tappetino sottile (come quelli da palestra) per 20 minuti, cercando di ascoltare il tuo organismo e trovando la posizione che ti sembra sciogliere le contrazioni muscolari.

Se sei solito fare sonnellini pomeridiani, ti renderai subito conto di come il tappetino sia molto più efficace del materasso per ricaricare le batterie.

 

6) Tecniche di respirazione

Imparare a respirare correttamente porta benefici incredibili. Sì, perché la maggior parte delle persone respira MALE. E la parte migliore è che la respirazione vera, quella profonda, ti fa sentire meglio immediatamente, e non richiede corsi o chissà quali strategie per essere appresa (non devi imparare lo yoga o a meditare, per intenderci).

Quindi semplicità di esecuzione (tanto che i bambini respirano molto meglio degli adulti) e risultati istantanei.

Ecco il più classico degli esercizi di respirazione:

1 – Sdraiati a pancia in su e poggia una mano sull’addome;

2 – Inspira con il naso e fai confluire l’aria nell’addome, senza alzare le spalle e senza muovere il torace. Automaticamente percepirai l’aria gonfiare la pancia dove hai poggiato la mano;

3 – Dopo aver trattenuto il respiro per 3 secondi, espira molto lentamente attraverso il naso, in modo da controllare meglio la forza con cui fai uscire l’aria. L’espirazione dovrebbe durare il doppio dell’inspirazione (conta mentalmente i secondi).

 

7) BEVI

Forse quest’ultimo è l’unico consiglio OVVIO dei 7 che ti ho scritto, ma ho voluto riportarlo perché nonostante sia così diffuso, finiamo sempre per dimenticarcelo. Quindi dato che stare a ricordartelo è inutile, ti do qualche consiglio pratico:

Bevi acqua e limone come prima cosa al mattino – Appena svegli l’organismo è disidratato (anche se tu non lo sai). Spremi mezzo limone in un grosso bicchiere d’acqua, o se preferisci in una tisana di erbe. Ti basti pensare che la maggior parte delle persone NON beve neppure un bicchiere d’acqua prima di qualche ora dal risveglio, ma anzi riempie lo stomaco di cibi e bevande fortemente disidratanti (zuccheri, caffè).

Bevi un tè verde o bianco o una tisana di erbe durante il pomeriggio – Pensi che bere il tè in estate sia da pazzi? Eppure i Marocchini, da secoli, lo trovano una bevanda particolarmente dissetante, aromatizzato alla menta. I migliori sono il tè verde e il bianco (quest’ultimo meglio se con del limone), i più ricchi di antiossidanti e poveri di caffeina.

Almeno 3-4 volte a settimana, ricorri ai frullati verdi – Come adoro ripetere, i frullati verdi sono il modo perfetto per godere di tutti i vantaggi delle verdure crude senza doverle cucinare o condire e senza dover perdere tempo per un pasto vero e proprio.

 

Conclusione

Come ho precisato a inizio articolo, questi 7 punti sono dei validissimi rimedi contro la stanchezza (più efficaci di qualsiasi pillola) che agiscono nell’immediato ma non vanno ad eliminare il problema alla radice: per ottenere questo risultato hai bisogno di un programma specifico, e la forza di volontà nel seguirlo (non esiste la bacchetta magica).

Solo se ti senti pronto/a cambiare, questa è la presentazione del Programma Vinci la Stanchezza:

https://vincilastanchezza.com/corso

E’ tutto, se questo articolo ti è piaciuto lascia un commento qui sotto!
Ti auguro una buona giornata

Alessandro Gandini
Consulente di Naturopatia Scientifica

 

 

Opt In Image
Vuoi meno stress e più energia?

Inserisci la tua mail e premi il pulsante giallo per scaricare l'ebook gratis
"I 5 segreti per esplodere di energia"

Condividi:

20 Commenti

  1. mantero paola 6 novembre 2014
    • Alessandro Gandini 6 novembre 2014
  2. Michelangela 6 novembre 2014
    • Alessandro Gandini 7 novembre 2014
  3. paola 6 novembre 2014
    • Alessandro Gandini 6 novembre 2014
  4. Annarosa 6 novembre 2014
    • Alessandro Gandini 7 novembre 2014
  5. Mario 7 novembre 2014
    • Alessandro Gandini 7 novembre 2014
  6. Danilo 7 novembre 2014
    • Alessandro Gandini 8 novembre 2014
      • Danilo 9 novembre 2014
  7. Simona 11 novembre 2014
    • Alessandro Gandini 13 novembre 2014
  8. Antonio 13 novembre 2014
    • Alessandro Gandini 13 novembre 2014
  9. Antonio 13 novembre 2014
  10. renata messina 24 dicembre 2014
  11. amalia 30 gennaio 2015

Lascia un commento