10 benefici del caffè che non conoscevi (parte prima)

Il caffè è amico o nemico della salute,
e in particolare della nostra energia personale?

Personalmente, ritengo che i benefici a livello di prestazioni fisiche e mentali che può portare una tazzina di caffè siano sopravvalutati, tanto più per il fatto che la stragrande maggioranza dei consumatori ne beve ben più che una tazzina al giorno, vanificandone gli effetti (l’organismo si abitua in fretta e non risponde più allo stesso modo).

Senza contare poi che dopo l’iniziale incremento di attenzione e concentrazione, l’effetto svanisce in fretta e le prestazioni calano a picco.

Tuttavia siccome non stiamo certo parlando di un veleno (a meno che non lo prendi 4 volte al giorno sempre zuccherato), è bene considerare anche l’altra faccia della medaglia, ovvero i benefici che il consumo di caffè (amaro) sembrerebbe portare.

Questo articolo è una traduzione (libera) del post apparso pochi giorni fa sul sito americano Authoritynutrition.com. Buon caffè e buona lettura!

1. Il caffè potrebbe abbassare il rischio per il diabete di tipo II

Dagli ultimi decenni a questa parte, l’epidemia di diabete di tipo II è aumentata vertiginosamente fino a raggiungere oggi 300 milioni di persone in tutto il mondo.

Il diabete è dovuto all’insulinoresistenza o all’incapacità di produrre insulina, che provoca alti livelli di glucosio nel sangue.

Secondo alcuni studi osservazionali, i bevitori di caffè hanno una probabilità minore che va dal 23% al 67% di diventare diabetici (1234).

Un altro studio su oltre 400.000 persone ha rivelato che ogni tazzina quotidiana di caffè abbassa il rischio di diabete di tipo II del 7% ( 5 ).

2. Chi beve caffè ha un minor rischio di contrarre l’Alzheimer

Il morbo di Alzheimer è la patologia degenerativa più diffusa nel mondo e una delle principali cause di demenza.

Solo in America, nel 2012 sono stati stimati 5,4 milioni di casi di Alzheimer, perlopiù persone sopra i 65 anni ( 6 ).

Secondo alcuni studi ( 7 – 910 ) chi beve caffè quotidianamente corre un rischio fino al 65% minore di sviluppare l’Alzheimer e le altre forme di demenza.

3. Il caffè potrebbe essere protettivo nei confronti del cancro al fegato

Ci sono evidenze che il consumo di caffè possa ridurre drasticamente le probabilità di contrarre un tumore al fegato.

Una meta analisi di 9 studi (cioè, uno studio basato sulle conclusioni di altri studi) ha rivelato che bere 2 tazze di caffè al giorno abbassa il rischio di cancro al fegato del 30%.  In soggetti con precedenti di patologie al fegato, il rischio è diminuito del 44% (11).

4. Il rischio di cirrosi viene ridotto dal caffè

La cirrosi è un problema del fegato causato da una patologia cronica.

Nella cirrosi il tessuto epatico viene sostituito dal tessuto cicatriziale, e ciò porta alla perdita della funzionalità epatica.

Secondo uno studio ( 1213) bere 4 tazze di caffè al giorno ha ben l’80% delle probabilità in meno di contrarre la cirrosi.

 

5. Chi beve caffè ha meno probabilità di contrarre il Parkinson

Subito dopo l’Alzheimer, il morbo di Parkinson è la seconda patologia degenerativa più diffusa al mondo.

Al giorno d’oggi i malati si stimano essere lo 0,3% dell’Occidente e l’1% della popolazione sopra i 60 anni.

Una meta analisi ha rivelato che chi beve il caffè ha ben il 33% in meno di probabilità di contrarre il Parkinson (14).

Poiché questa protezione non è stata notata allo stesso modo per quanto riguarda il caffè decaffeinato, possiamo dedurre che sia proprio la caffeina ad avere questo effetto protettivo (15).

Clicca qui per leggere la seconda parte, in cui puoi trovare i restanti 5 benefici derivanti dal consumo di caffè e la mia personale conclusione (questa scritta da me, non tradotta dal sito dove ho preso l’articolo) in cui commenterò i 10 punti.

Questo perché spesso i dati che si leggono vanno presi con le pinze, e soprattutto gli studi scientifici possono essere fuorvianti per i poco esperti (infatti sono uno dei veicoli per convincere le masse di scoperte miracolose praticamente in ogni ambito, al solo fine economico).

Opt In Image
Soffri di Stanchezza?
Condividi:

4 Commenti

  1. giancarlo 3 luglio 2013
    • Alessandro Gandini 3 luglio 2013
  2. Alessandro 12 luglio 2013
    • Alessandro Gandini 12 luglio 2013

Lascia un commento