5 alimenti contro la stitichezza

Chi conosce il mio sito sa che sono contrario a farmaci lassativi e tecniche invasive contro problemi tutto sommato facilmente risolvibili migliorando la propria alimentazione (a parte i casi gravi).

Se quindi stai cercando dei rimedi contro la stitchezza, sicuramente ti può essere di aiuto integrare la tua dieta con questi 5 alimenti:

 

  • Semi di lino: tritati sono un’ottima fonte di Omega 3 , mentre interi sono indigeribili, ovvero gli acidi e gli enzimi corporei non riescono a romperne il guscio, quindi sono ottimi per riattivare la motilità intestinale. La cosa migliore è tritarli grossolanamente, in modo da beneficiare di entrambi gli effetti (ovvero Omega 3 + anti-stitichezza) e mangiarli ad esempio insieme alle verdure crude, o come condimento per cereali e legumi.

  • Lattuga: In molti credono che le fibre si trovino principalmente nella frutta, e in effetti alimenti come pere e more ne sono abbastanza ricchi. Ma la quantità di fibra presente nelle verdure è addirittura superiore ed inoltre esse ne rappresentano una fonte “inesauribile”: mentre sono consigliati non più di 2-3 frutti al giorno, meglio se con poco fruttosio, di verdure se ne dovrebbero consumare il più possibile. Basti pensare che la lattuga contiene oltre 6 grammi di fibre in nemmeno 20 calorie (100 grammi).

 

  • Cereali integrali: I cereali integrali in chicchi, in fiocchi, e i farinacei loro derivati (pasta, pane, pizza ecc) contengono oltre all’amido anche la crusca, naturalmente ricca di fibre. Questo permette a chi utilizza cereali integrali al posto di quelli raffinati di raddoppiare i propri introiti di fibra derivanti dai cereali, il che non è poco. Tra tutti i cereali però, i migliori sono sicuramente quelli senza glutine: grano saraceno, riso (soprattutto rosso e nero), amaranto e quinoa. Oltre a non creare irritazioni alle pareti intestinali, questi cereali sono infatti più ricchi rispetto al classico frumento di molti micronutrienti fondamentali per ripristinare la salute intestinale e liberarti dalla stitichezza.

 

  • Legumi: i legumi sono una classe di alimenti che possono essere consumati più volte a settimana senza problemi, in abbinamento ai cereali. Oltre ad essere ricchi di varie sostanze antiossidanti e protettive (tra cui i polifenoli), sono una delle fonti principali di fibre: i classici fagioli borlotti contengono ben 17,3 grammi di fibre ogni 100 grammi, e legumi ancora migliori sono i fagioli neri e le lenticchie di ogni forma, colore e dimensione.

 

  • Sembra scontato, ma l’acqua ha un ruolo fondamentale per quanto riguarda la motilità intestinale. Infatti apportare un grande quantitavo di fibre è del tutto inutile se poi abbiamo un corpo disidratato, perché è proprio l’acqua che, nell’intestino, viene assorbita dalle fibre per aumentare i movimenti intestinali. Una dieta corretta assicura già un buon quantitativo di acqua, che deve però essere integrata con almeno 2L o più a seconda di quanto esercizio fisico fai, della temperatura e lo stile di vita.Un metodo eccezionale per idratare l’organismo e allo stesso tempo fare il pieno di importantissimi micronutrienti senza dover ricorrere agli integratori, è affidarsi ai frullati di verdure.

 

Spesso un intestino pigro è una delle cause di stanchezza e sonnolenza. Nel mio ebook gratuito “i 5 Segreti per Esplodere di Energia”, spiego da cosa deriva e come si può contrastare velocemente ed efficacemente questo senso di stanchezza!

Per riceverlo gratis, clicca qui e scaricalo.


P.S.
Vuoi scoprire come liberarti definitivamente dalla stitichezza
con un metodo efficace e testato?

Allora vai a questa pagina

 

Opt In Image
Soffri di Stanchezza?
Condividi:

5 Commenti

  1. Clelia 22 maggio 2013
    • Alessandro Gandini 22 maggio 2013
  2. Bruna Eliana 28 marzo 2014
  3. Lina 10 aprile 2014
    • Alessandro Gandini 13 aprile 2014

Lascia un commento