Gli AGE: cosa sono e cosa fare per evitarli

age cosa sono

Ma cosa sono gli AGE?

A partire da un’alimentazione sbagliata, sonno insufficiente, livelli di stress costantemente alti tutto il giorno, di certo lo stile di vita moderno è una continua fonte di radicali liberi.

Nel caso tu non lo sappia, i radicali liberi sono molecole altamente instabili (impazzite) responsabili dell’invecchiamento cellulare e dello stress ossidativo.

Tenerli sotto controllo è quindi un punto fondamentale a cui devi prestare attenzione soprattutto se hai già problemi di stanchezza fisica e mentale e umore instabile o se vuoi evitare di averne in futuro.

Oggi in questo articolo ti parlo di come con un paio di accorgimenti puoi tenere sotto controllo la tua alimentazione ed evitare di fare il pieno di queste sostanze, in particolare degli AGE. Vediamo brevemente di che si tratta.

Gli AGE sono un tipo di radicali liberi che quando si accumula nel nostro organismo può dar luogo ad una serie di problemi anche seri. Il nome deriva dall’inglese Advanced Glycation End-products (in Italiano: Prodotti della glicazione avanzata) e se per te questa parola suona del tutto nuova non mi sorprendo: infatti in Italia ne parlano ancora in pochissimi, ma in questi ultimi anni l’attenzione su queste sostanze sta crescendo esponenzialmente.

Uno dei motivi, è che sembra svolgano un ruolo importante nella comparsa della sindrome di stanchezza cronica, conosciuta anche come CFS (chronic fatigue syndrome).

In questo articolo voglio darti tutte le informazioni per fare in modo che la tua dieta sia quasi del tutto priva di queste sostanze.

calltoaction1

Quali sono i danni degli AGE?

Come detto a inizio articolo, l’eccesso di radicali liberi è un problema assai comune e le conseguenze possono essere le più varie.

Se parliamo di conseguenze già “accertate”, ecco qualche problema legato all’accumulo di AGE nello specifico:

 

Andiamo adesso a vedere quali sono gli accorgimenti che puoi adottare fin da subito per ridurre considerevolmente la presenza di AGE nei tuoi piatti:

 

Da dove provengono gli AGE?

Tecnicamente, il processo che dà luogo agli AGE è chiamato glicazione delle proteine.

Cercando di spiegarlo in parole semplici, possiamo dire che questi provengono da due vie:

  • Come prodotto di reazioni all’interno del nostro organismo: una piccola produzione di queste sostanze è normale, ma le persone con glicemia alta tendono a produrne una quantità molto superiore;
  • Attraverso l’alimentazione: purtroppo, hanno un caratteristico sapore (e odore) che li rende particolarmente invitanti. Infatti gli AGE non sono altro che la “bruciatura” che si forma su carne, pane e altri prodotti da forno.

E qui veniamo al punto cruciale dell’articolo: la dieta moderna è ricchissima di AGE.
La buona notizia è che puoi migliorare drasticamente la qualità della tua dieta da questo punto di vista agendo su un singolo fattore: la cottura.

Da anni, diffondo la superiorità del crudo rispetto al cotto, a differenza di molti “guru” (spesso provenienti da filosofie alimentari orientali) che predicano il tutto-cotto con motivazioni anti scientifiche oltre che anti storiche. Mi rendevo conto di come mangiare crudo aiutasse davvero TANTE persone a sentirsi meglio, più in forma.

Quando non è possibile mangiare crudo, è importante scegliere i giusti metodi di cottura. Una bistecca di manzo diventa un cibo tossico nel momento in cui viene cotta in padella senza l’utilizzo dei giusti condimenti (esempio olio di cocco).

E’ stato osservato come il manzo cotto aggiungendo dell’acqua (o passato di pomodoro) contiene una quantità di AGE ben 3 volte inferiore.

Fortunatamente, cereali integrali e verdure non presentano problemi anche se cotti (fonte), mentre lo stesso non si può dire dei formaggi, dolci e prodotti da forno (un altro buon motivo per evitarli).

 

Guida pratica per evitare di assumere troppi AGE

Dal momento che la dieta di Vinci la Stanchezza non comprende prodotti da forno, è importante più che altro imparare a cuocere la carne nel modo giusto.
Le righe che seguono sono un’altra conferma che non serve essere bravi in cucina per mangiare sano. Anzi, spendere ore e ore dietro a ricette ogni giorno può essere semmai un problema. L’alimentazione sana invece ha poche regole, ma importanti, per fare in modo che gli alimenti che consumiamo siano quanto più possibile simili a come li troveremmo in natura:

  • Pollo – Cottura al vapore. Tra tutti i tipi di cottura, quella al vapore è senza dubbio la migliore ed è perfetta per cucinare il pollo, perché la carne rimane saporita naturalmente senza l’utilizzo di sale o altri condimenti. Il modo migliore per ottenere questo risultato è utilizzare una vaporiera (costa meno di quello che pensi. Io uso questa e mi trovo benissimo)
  • Manzo – Bollito.  Invece di bruciacchiare le bistecche in padella, scegli una cottura leggermente più lenta, con passato di pomodoro o semplice acqua.

Conclusione

Limitare i danni di un’alimentazione sbagliata è possibile, senza essere esperti in alimentazione e senza dover passare ore in cucina, MA devi avere le giuste informazioni.

Se questo articolo ti è stato utile, lascia un commento qui sotto. Ti risponderò personalmente!

Alessandro Gandini
Consulente di Naturopatia Scientifica

Opt In Image
Soffri di Stanchezza?
Condividi:

7 Commenti

  1. paola mantero 2 dicembre 2014
    • Alessandro Gandini 2 dicembre 2014
  2. Jacqueline Rodriguez 27 gennaio 2015
  3. Tibi 26 aprile 2015
    • Alessandro Gandini 26 aprile 2015
  4. mario 9 ottobre 2015

Lascia un commento